Mosca e l’anello d’oro

da € 2980.00

Viaggio in esclusiva alla scoperta di Mosca con un'accompagnatore culturale

Partenza il 20 luglio 2019

Mosca e l’anello d’oro

ITINERARIO DI VIAGGIO 

1° GIORNO: BOLOGNA/MOSCA

Ritrovo dei sigg.ri partecipanti alle ore 9,15 all’aeroporto G. Marconi di Bologna, banchi accettazione Aeroflot. Volo di linea Aeroflot Bologna/Mosca ore 11.20/15.45. Disbrigo formalità aeroportuali, incontro con la guida russa e trasferimento in pullman in albergo. Cena e pernottamento.

 

2° GIORNO: MOSCA

Prima colazione cena e pernottamento. Pranzo libero. Dopo la prima colazione, inizia la visita panoramica in pullman di Mosca. Sosta al Monastero di Novodevici, il Monastero delle Vergini, complesso architettonico del 1524 secondo solo al Cremlino, e uno dei quattro monasteri ancora esistenti dei sei che furono costruiti a difesa della città. Il suo nome risale, forse, al campo delle vergini dove gli invasori mongoli, secondo la tradizione, vendevano le giovani prigioniere; oppure è più semplicemente legato al fatto che qui era ospitata una comunità monastica femminile. Il monastero è cinto da mura di mattoni rossi con dodici torri: all’interno si trovano quattro chiese e il cimitero dove riposano molti poeti e musicisti russi fra i quali Cechov, Tolstoj e Gogol. La Cattedrale di Nostra Signora di Smolensk è la principale chiesa del complesso, la più antica (prima metà del XVI secolo) e la più bella. Conserva pregevoli affreschi del XVI secolo che illustrano episodi della Bibbia e una maestosa iconostasi. Pranzo libero sulla via Arbat, in un quartiere dove si respira l’atmosfera della Russia antica; la strada è stata completamente restaurata ed è diventata animata isola pedonale, piena di negozi e locali. Nel pomeriggio ci si sposta a piedi al Museo Puskin di Belle Arti, che conserva capolavori di arte antica e di pittura europea (primitivi italiani, Perugino, Botticelli, Bronzino, Cranach, Rembrandt, van Dyck, Tiepolo, fra gli altri); qui, inoltre, sono rappresentati con parecchi capolavori, tutti i maggiori esponenti dell’impressionismo francese e delle correnti del post-impressionismo. Spettacolo al Circo di Mosca. Cena in albergo dopo lo spettacolo. L’anima di Mosca è anche nella superba e antica tradizione circense, che risale a metà ‘800. Il circo, che ebbe tra i suoi estimatori anche lo zar Alessandro III, ha strutture stabili ed è frequentatissimo dai moscoviti. Gli artisti sono tutti di altissimo livello. Dal 1927 funziona anche una scuola di arti circensi, che conta circa 400 allievi.

 

3° GIORNO: MOSCA: IL CREMLINO

Prima colazione e pernottamento. Pranzo libero. Cena in ristorante con spettacolo di danze tradizionali. Intera giornata di visita al Cremlino. Si visitano la Cattedrale della Dormizione, capolavoro di Aristotele Fioravanti e contenitore di capolavori dipinti; la Cattedrale dell’Annunciazione, con splendidi affreschi cinquecenteschi e una preziosissima iconostasi alla quale lavorò anche Andrei Rubliov; la Cattedrale dell’Arcangelo, dalla bellissima e innovativa architettura; il Palazzo del Patriarca; il Palazzo dell’Armeria, che espone collezioni preziosissime, tra le quali i gioielli degli zar e i loro troni; il Fondo dei Diamanti, cioè il tesoro diamantifero della Russia. Una passeggiata nel territorio del Cremlino consente di vedere anche lo “zar dei cannoni” e la “zarina delle campane”. La visita è interrotta da una breve pausa pranzo all’esterno del Cremlino.

 

4° GIORNO: MOSCA

Prima colazione cena e pernottamento. Pranzo libero. Mattinata dedicata alla visita del complesso di Kolomenskoie, patrimonio Unesco, che si trova in magnifica posizione sulla Moscova. Questo monastero fortificato del XIV secolo ospita anche il Museo etnografico all’aperto: qui sono state trasportate e ricostruite, da altre località, costruzioni in legno per offrire un’idea complessiva dell’architettura tradizionale russa. Il gioiello del complesso è La Chiesa dell’Ascensione, la cui costruzione fu ordinata da Ivan il Terribile nel 1552 e che è considerata una delle più belle chiese russe, con tetto a piramide che richiama un campanile. Trasferimento in pullman nei pressi della Galleria Tetriakov per il pranzo libero. Nel pomeriggio, visita della Galleria, che conserva una delle più vaste e importanti collezioni d’arte russa. Nella sezione dedicata all’antica arte russa sono esposte le più belle icone dal XII al XVII secolo: si trovano qui la famosa Madonna di Vladimlr, opera d’arte bizantina del XII secolo, e una serie di icone del grande Andrei Rublev. Al termine, rientrando in albergo, visita di alcune delle stazioni più belle della metropolitana, che è famosa in tutto il mondo proprio per la sua monumentalità.

 

 5° GIORNO: MOSCA/VLADIMIR/SUZDAL

Dopo la prima colazione, partenza per Vladimir (186 km). Quando, nel 1157, fu elevata al rango di capitale del principato Rostov-Suzdal, la città non esisteva, c’era solo una fortezza. Il principe Bogoliubski fece costruire una Porta d’oro particolarmente imponente, quasi un arco di trionfo. La città, poi, si arricchì di numerose chiese pregevoli al punto da servire come modello in tutta la Russia. Particolarmente suggestivo è il panorama che si gode dal terrapieno che corre intorno al tracciato delle mura: campagna punteggiata dalle cupole di chiese isolate o riunite a piccoli gruppi, corsi d’acqua e piccoli canali, macchie di boschi. Si visitano la cattedrale della Dormizione, risalente al XII sec., decorata da sublimi affreschi del grande Rublev; qui era la famosa e veneratissima icona della Madonna di Vladimir, oggi alla Galleria Tret’jakov di Mosca; la cattedrale di San Demetrio dalle linee semplici e dalle splendide decorazioni intagliate. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, visita della bellissima chiesa dell’Intercessione, che sorge su un’isola artificiale alla confluenza dei fiumi Neri e Kljasma, a Bogoljubovo, a una decina di km. da Vladimir, solitaria fra campi e alberi; è ricca di ornamenti architettonici e di bellissimi rilievi. Proseguimento per Suzdal (38 km), sistemazione in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

 

6° GIORNO: SUZDAL/KIDEKSHA

Prima colazione, cena e pernottamento in albergo. Pranzo in ristorante. Visita di Suzdal, città-museo, annoverata dall’ Unesco fra i gioielli artistici di rilevanza mondiale. Al di fuori delle rotte commerciali, la cittadina cominciò a crescere quando entrò a far parte del principato Suzdal-Novgorod e si affermò come centro culturale e religioso. Nei secoli XIV e XV si sviluppò qui una scuola di pittura religiosa, particolare per stile e caratteristiche tecniche, che divenne celeberrima in tutto il mondo. Si visitano il Cremlino, la parte più antica della città, con la cattedrale della Natività della Vergine, dalle splendide Porte d’oro; la Piazza del Mercato; il monastero di S.Eufemio; il monastero dell’Intercessione; la chiesa dei SS. Boris e Gleb, nel vicino villaggio di Kideksha.

 

7° GIORNO: SUZDAL/KOSTROMA/YAROSLAVL

Dopo la prima colazione partenza per Kostroma, importante centro della lavorazione del lino. La piazza principale, che si affaccia sul Volga, e tutto il centro storico sono caratterizzati da interessanti edifici di stile classicista russo del XVIII secolo. Il più importante monumento cittadino è l’ex Monastero Ipat’evskii, fondato nel XIV secolo e più volte ricostruito in epoche successive; al suo interno, il palazzo dei Romanov (1588) conserva decorazioni e arredamenti del XVII secolo, e la cattedrale della Trinità è un bell’esempio di edificio sacro della metà del XVII secolo. Accanto al Monastero, il Museo all’Aperto dell’Architettura in Legno raccoglie antichi edifici dal XVI al XIX secolo provenienti da tutta la provincia. Pranzo in ristorante e proseguimento per Yaroslavl, situata alla confluenza del Kotorosl e del Volga. Risalgono al XVIII secolo, quando la città raggiunse il massimo della potenza, i tesori architettonici che ne hanno fatto una delle più belle dell’antica Russia, con uno stile originale nell’architettura e nelle decorazioni in ceramica. Capolavori architettonici sono il complesso di Korovniki (ora aperto solo ai fedeli) e il monastero della Trasfigurazione del Salvatore. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

 

8° GIORNO: YAROSLAV/ROSTOV/SERGIEV POSAD/MOSCA

Dopo la prima colazione, partenza per Rostov (57 km), cittadina situata in riva al lago Nero, dalle origini antichissime. Si visita il Cremlino, edificato nel XVII sec. dal metropolita Jonas, con la vecchia piazza del mercato sulla quale si affaccia la Cattedrale dell’ Assunzione con la sua torre campanaria (XVII secolo), famosa per i concerti delle sue tredici campane. Pranzo in ristorante. Poi partenza per Sergiev Posad (130 km), centro secolare di tradizioni storiche e spirituali, meta veneratissima di pellegrini che vengono a visitare il grandioso complesso del Monastero della Trinità di San Sergio. Fondato da San Sergio, il complesso fortificato comprende due cattedrali, quattro Chiese, il refettorio, il seminario. La più bella del monastero e anche la più antica è la Cattedrale della Trinità, fatta erigere dal Patriarca Nikon negli anni 1422-1423 nel punto in cui fu ritrovata la tomba di San Sergio. Di Andrei Rublev erano gli affreschi dei quali, purtroppo, restano pochi frammenti; sue sono anche le 42 icone della splendida iconostasi che, invece, ci è giunta integra. Infine, si prosegue per Mosca. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

 

9°  MOSCA: LA PIAZZA ROSSA.

Rientro a Bologna Mosca, prima colazione in albergo e pranzo libero. Mattinata sulla Piazza Rossa, per visitare la Cattedrale di San Basilio, immagine simbolo dell’arte russa; i magazzini Gum, costruiti a fine ‘800 imitando le forme dell’architettura di Rostov, con gallerie in ferro e vetro; il mausoleo di Lenin. NOTA ANTIPATICA, MA IMPORTANTE: la Piazza Rossa è sotto la giurisdizione militare del Cremlino; può essere chiusa per motivi di sicurezza senza preavviso, in particolare in occasione di festeggiamenti e eventi per i quali possono essere previste installazioni e strutture che ne precludano l’accesso o la visione completa. Tempo a disposizione fino al trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di linea Aeroflot Mosca/Bologna ore 20.05/22.40.

 

La quota comprende:

Pullman gran turismo per trasferimenti e visite, come da programma, sistemazione in alberghi indicati, camere a due letti con servizi privati, trattamento di mezza pensione con prime colazioni a buffet, pranzo in ristorante 5°/6°/7°/8° giorno, una cena in ristorante tipico, spettacolo al Circo il 3° giorno, guida locale in lingua italiana per tutte le visite, ingressi a musei e monumenti indicati nel programma, accompagnatore tecnico ARTEVIAGGI, accompagnatore culturale: dr. Milena Naldi, storico dell’arte, assicurazione medico sanitaria e furto bagagli, ottenimento visto consolare, impianto radiocuffie

La quota non comprende:

volo e tasse aeroportuali, bevande, i pranzi 1°/2°/3°/4°/9° giorno,extra personali, mance, facoltativi, eventuali ulteriori ingressi, quanto non espressamente indicato.